Reyer School Cup: l’Istituto Cornaro si presenta

Istituto E.Cornaro

Il nostro istituto nasce a Jesolo nel 2006, prende nome da Elena Lucrezia Cornaro che fu la prima donna al mondo a conseguire una laurea.
L’istituto è un istituto alberghiero e dà le capacità necessarie ai propri ragazzi di uscire dalla scuola ed essere in grado di affrontare una vita lavorativa in ambito alberghiero. I rami in cui ci si può specializzare sono 3: Cucina (enogastronomia), Vendita Sala-Bar e ricevimento. Questa specializzazione però inizia dal terzo anno di studio poichè i primi di 2 anni si studiano tutte le 3 specializzazioni, così da essere in grado di dare un’idea ai proprio allievi di capire cosa vorranno effettivamente fare in futuro.
Quest’anno l’istituto ha 10 prime, 10 seconde, 10 terze, 6 quarte, 4 quinte e l’insieme di tutte queste hanno un ammontare di circa 950 studenti.
L’ istituto offre agli alunni molte attività sportive pomeridiane come : Bike, tornei di calcio a 5, tornei di basket, Nordic Walking sulla spiaggia, tornei di atletica, pallavolo, Voga veneta e altre ancora…
La nostra scuola come premio importante ha vinto, nell’ ultima edizione della Reyer School Cup, il trofeo Miglior Tifoseria.

La Squadra

cornaro

Quest’ anno l’istituto E.Cornaro parteciperà all’ evento Reyer School Cup con una rosa di giocatori un pò innovativa.
La squadra si presenta con abbastanza veterani di questo evento sportivo:
Matteo Mazzarotto, 18 anni alto 1.97 cm gioca nella società A.D.P. Eraclea e la sua squadra del cuore è la Reyer;
Simone Campedel, 18 anni alto 1,96 cm gioca nella società Basket Favaro e la sua squadra del cuore è la Reyer;
Mirko Pellegrin, 18 anni alto 1,73 cm non gioca a basket ma la sua squadra preferita sono i LA Lakers;
Nicola Antoniazzi, 18 anni alto 1,87 cm gioca nel B.C. Jesolo e la sua squadra preferita sono i Cleveland Cavaliers;
Enrico Di Laurenzio, 16 anni alto 1,98 cm gioca nel Jesolo-S. Donà Basket e la sua squadra preferita sono i Golden State Warriors;
Andrea Michielon, 15 anni alto 1.80 cm gioca nel Jesolo-S. Donà Basket e la sua squadra preferita è il B.C. Jesolo;
Nicolò Marchesan, 16 anni alto 1,75 cm gioca nel B.C. Jesolo e la sua squadra preferita è il Caorle.

Gli innesti di quest’anno, le NEW ENTRY, sono i ragazzi delle classi prime e terze, che per la prima volta parteciperanno all’evento organizzato dalla Reyer. I ragazzi entrati nella squadra quest’anno sono:
Diego Di Laurenzio, 14 anni alto 1.75 cm gioca nel Jesolo-S.Donà Basket e la sua squadra preferita sono i Miami Heat;
Alessio Dal Maso, 14 anni alto 1,75 cm gioca nel Jesolo-S.Donà Basket e la sua squadra preferita è il B.C. Jesolo;
Alberto Grison, 17 anni alto 1,87 cm gioca nel A.D.P. Eraclea e la sua squadra preferita sono i S.Antonio Spurs;
Andrea Gorinelli, 15 anni alto 1,88 cm gioca nel Mestrina e la sua squadra preferita sono i LA Lakers;
Simone Angiolin, 16 anni alto 1,77 cm gioca nel Litorale Nord e la sua squadra preferita sono i Golden State Warriors.

I giocatori veterani di questo evento sportivo hanno avuto delle belle esperienze. Raccontano che questo impegno li ha resi più uniti, più partecipi agli eventi sportivi organizzati a scuola; è stata un’occasione per mettersi in mostra davanti ai proprio compagni di classe, al pubblico e all’istituto. Questo evento ha aiutato la loro crescita come sportivi e come persone e non vedono l’ora di rivivere tutte quelle esperienze e di farle conoscere anche ai nuovi arrivati in squadra.

Galileo Galilei – E.Cornaro

Martedì 16 febbraio è l’inizio della seconda edizione della Reyer School Cup per l’istituto E.Cornaro.
I nostri ragazzi si sono allenati duramente per affrontare al meglio questa partita, sono decisi più che mai a puntare alle finali di quest’anno. Il professore, nonché allenatore Paolo Corò, è molto fiducioso nella squadra che ha presentato quest’anno a questo torneo.
La squadra è carica e pronta a dare tutto quello che serve per vincere contro la squadra avversaria dell’istituto Galileo Galilei di San Donà di Piave.
I tifosi della nostra scuola non aspettano altro che la contesa iniziale dell’avvio della partita per incoraggiare i propri ragazzi fino alla fine di essa. Noi tifosi come i giocatori non vediamo l ora di conoscere il risultato di quella partita per dimostrare realmente chi siamo e cosa abbiamo intenzione di fare da lì fino alle finali.
L’emozione che stanno provando i nuovi ragazzi, entrati nella squadra quest’anno, è grandissima ma sono decisi a mettersi in gioco e far vedere che se anche non hanno mai partecipato a questo evento non si faranno intimorire dalle squadre più esperte e daranno il meglio di sé.
Questa è la prima partita nel torneo 2016 ed è quindi molto importante.
Essendo la prima, la squadra è molto in ansia ma decisa a puntare alla vittoria per poter così, alla fine, cercare di avvicinarsi alle finali e rivivere, o vivere per i nuovi ragazzi, tutte quelle sensazioni che hanno provato i nostri giocatori l’anno scorso.
E per finire…. CHE VINCA IL MIGLIORE !!

Nicola Speronello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.